L’affascinante storia di Santa Maria Antiqua

Eccelso esempio di pittura altomedievale, tra il Palatino e il Foro romano, la chiesa di Santa Maria Antiqua fu sepolta dalle macerie di uno scisma dall’847 al 1900.
Trent’anni di restauri hanno ridato luce a cicli iconografici inediti, dalla prima Crocifissione di Cristo trionfante, con gli occhi aperti, nell’arte monumentale all’incredibile “parete palinsesto” che custodisce ben quattro strati pittorici.
I 250 mq di affreschi sono una testimonianza decisiva e unica di una pittura fortemente influenzata da Bisanzio in un’epoca nella quale ad Oriente divampava la controversia iconoclasta.

22 maggio 2022

Ore 16-18

Sede del corso: piattaforma online
(Istruzioni all’atto di iscrizione)

Lingua del corso: ITALIANO
A cura di EMANUELA FOGLIADINI
qode-np-item
I

Lutero e l’arte

qode-np-item
II

La pala d’altare di Wittenberg